Il ritmo è vita

Il ritmo è vita Il nostro organismo è regolato da specifici ritmi che sono segnali dell’attività di alcuni sistemi fisiologici, quali il sistema cardiaco o quello respiratorio, ossia il ritmo cardiaco e il ritmo respiratorio e laddove c’è ritmo c’è vita. Altro ritmo corporeo di vitale importanza è il ritmo cranio-sacrale, segnale dell’attività di un sistema altrettanto rilevante quanto il cardiaco o il respiratorio, il sistema cranio-sacrale. È un ritmo sempre presente, un movimento di vita che l’organismo mantiene anche se in disfunzione. Il ritmo cranio-sacrale è un ritmo fisiologico diverso da quello cardiaco o respiratorio, è un movimento simile al flusso e riflusso delle maree, viene prodotto dal sistema cranio-sacrale che è un sistema strettamente connesso ad altri sistemi, dai quali è influenzato e sui quali, a sua volta, esercita un’influenza, come il sistema muscoloscheletrico, quello nervoso, quello endocrino, ecc.  Eventuali disfunzioni di uno qualsiasi di questi sistemi, possono ripercuotersi sul sistema cranio-sacrale e, viceversa, disfunzioni nel sistema cranio-sacrale avranno effetti profondi sulla funzionalità dei sistemi sopra citati.  In condizioni normali di salute, il sistema cranio-sacrale sovrintende in armonia a tutti i ritmi vitali dell’organismo ed in tali condizioni la persona sperimenta di fatto una situazione di benessere, di equilibrio e di agio. Tuttavia, a causa di fattori fisici, psichici, emozionali o spirituali, tutti proviamo nel corso della nostra vita situazioni di dis-agio. Questo distorce il ritmo naturale del sistema cranio-sacrale attraverso blocchi o restrizioni di vario genere. Sarà compito dell’operatore cranio-sacrale riportare in equilibrio il sistema in modo che dal dis-agio si torni all’agio rimuovendo gli ostacoli.

La tecnica cranio-sacrale

È una tecnica manuale non invasiva che attraverso un tocco molto delicato e discreto dà risposta a moltissime problematiche, quali dolori cronici, ridotta mobilità (“articolazioni rigide”), infezioni ricorrenti, mal di testa, depressione, disfunzioni temporo-mandibolari, affaticamento cronico, calo di energia, iperattività e disturbi del sistema nervoso centrale, difficoltà di apprendimento (dilessia, discalculia, ecc.), problemi urogenitali, ai polmoni, alla circolazione linfatica, problemi di alimentazione e di sonno, ecc.  L’effetto più rapido da mettere in evidenza è un diffuso benessere, originato dall’attivazione del sistema parasimpatico e dalla stimolazione della circolazione del sangue che apporta ossigeno e rimuove tossine.
L’operatore cranio-sacrale Obiettivo dell’operatore cranio-sacrale è l’individuazione delle carenze di funzionalità di un organismo non considerando i sintomi, bensì le cause dei sintomi affinchè il corpo ritorni in simmetria, in armonia, in comunicazione, perchè cellule, tessuti, organi devono comunicare fra loro e capirsi. Il corpo solitamente è in una disfunzione organizzata perchè quando avviene un trauma, fisico o emotivo, si adatta e si rimodella attorno alle “modifiche” intervenute, ossia il trauma.

L’operatore cranio-sacrale compie una disgregazione della disfunzione organizzata: chiede al corpo di organizzarsi in modo più funzionale, gli chiede di riequilibrarsi e così si attivano nella persona le comuni attività fisiologiche auto-correttive, innate capacità di autoguarigione del corpo umano che, dotato di una sua specifica intelligenza, si assesta nelle condizioni di massimo agio e minimo dispendio energetico.  È questo il proposito fondamentale della tecnica cranio-sacrale, ossia facilitare l’attivazione del meccanismo di auto-correzione dell’individuo perchè possiamo trattare e migliorare lo stato di salute delle persone unicamente aiutando questo meccanismo a migliorarsi. Se noi rimuoviamo gli ostacoli, abbiamo movimento, abbiamo circolazione: non è l’operatore che guarisce, ma è la persona stessa che, divenuta consapevole del suo dis-agio, decide responsabilmente di cogliere al volo l’opportunità di realizzare la propria guarigione.

Chiedi maggiori informazioni