• Osho

    Zon_schitteren_strand_liefde

    ” L’amore non ha bisogno di riferimenti; questa è la bellezza dell’amore e la libertà dell’amore. L’odio è un legame. L’odio è una prigione che tu stesso ti imponi. E l’odio crea odio, l’odio provoca odio. Se odi qualcuno crei odio verso di te nel cuore di quella persona. E tutto il mondo è fatto di odio, distruttività, violenza, gelosia, competitività. Le persone si saltano alla gola nella realtà, con le azioni o almeno nella loro mente; nei loro pensieri tutti uccidono, ammazzano. È per questo che abbiamo reso un inferno questa bella Terra che avrebbe potuto diventare un paradiso.
    Ama, e la Terra diventerà di nuovo un paradiso. E l’immensa bellezza dell’amore è che non ha nessun riferimento. L’amore emana da te per nessuna ragione. È la tua estasi che sgorga, è la condivisione del tuo cuore. È la condivisione del canto del tuo essere. E condividere rende così gioiosi… per questo si condivide. Condividere per il gusto di condividere, per nessun altro motivo.

    Ma l’amore che hai conosciuto in passato non è l’amore di cui parla Buddha o di cui parlo io. Il tuo amore non è nient’altro che l’altro lato dell’odio. Per questo il tuo amore ha dei riferimenti: qualcuno è stato carino con te ieri, è stato così gentile che provi un grande amore per lui. Questo non è amore; questo è l’altro lato dell’odio. Il riferimento ne è la prova. Oppure qualcuno sarà gentile con te domani: il modo in cui ti ha sorriso, il modo in cui ti ha parlato, il modo in cui ti ha invitato a andare a casa sua domani: sarà affettuoso con te. E nasce un grande amore.

    Questo non è l’amore di cui parlano i buddha. Questo è odio mascherato da amore. Ecco perché il tuo amore si può trasformare in odio in ogni momento. Gratta una persona solo un po’, e l’amore sparisce e compare l’odio. Non è nemmeno sotto pelle. Perfino i cosiddetti innamorati litigano continuamente, saltano continuamente alla gola dell’altro, tormentando e distruggendo. E le persone pensano che questo sia amore…

    Il tuo amore non è veramente amore: è il suo esatto opposto. È odio mascherato da amore, camuffato da amore, sfoggiato come amore. Il vero amore non ha riferimenti. Non pensa a ieri, non pensa a domani. Il vero amore è uno sgorgare spontaneo di gioia in te, e la sua condivisione, e il suo riversarsi, per nessun’altra ragione, per nessun altro motivo, se non la gioia di condividerlo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *